Ieri notte sono collassato sul letto, stanco, deluso, tossivo e forse ero febbricitante.

Stamattina sono stato svegliato da mia madre che entrava in camera dicendomi:

“Svegliati, poi ritorni a dormire guarda fuori!”

Ha alzato la tapparella e lentamente ho visto il cielo giallo sabbia, tutto un monocolore, una luce bruttissima e la pioggia che copriva ogni rumore.

E poi lei:

“Guarda lì, non è splendido?”

Un arcobaleno.

Enorme, vividissimo, quasi entrava nella mia camera per quanto era vicino. Ho pensato di fotografarlo, ma ero troppo stanco.

Così ho sorriso e mi sono rimesso a dormire.

PS: questo è un arcobaleno di qualche tempo fa. Ma non c’è paragone con quello di stamane.

Che sia la falce o il martello, un arcobaleno o un fiore rosso.. L’importante è ricominciare.

Annunci