Devo ringraziare l’amico Donnacecena che mi ha consigliato questo video. E’ un documentario del 1985 mandato in onda qualche tempo fa su RaiTre. Lui l’ha preso e sistemato su YouTube:

Subito dopo la prima bomba H russa, gli Stati Uniti sperimentano gli effetti della radiottività della prima bomba H statunitense (test “Bravo”) sugli abitanti – volontariamente non evacuati, i documenti e alcune
testimonianze recentemente scoperti lo provano – delle isole Marshall.
I discendenti degli antichi navigatori del pacifico furono sacrificati in
nome della scienza, della follia umana, del razzismo ideologico.
Il famoso regista di documentari, Dennis O’Rourke, in questo suo splendido e crudo documentario, “Half Life” (1985) racconta con l’ausilio di testimonianze dell’epoca e filmati eccezionali questa terribile storia, una storia quasi sconosciuta alla coscienza dei più ma indelebile sulla pelle e nelle malattie delle vecchie come delle nuove generazioni degli atolli vicino a Bikini.

Io vi posto la prima parte, poi scegliete voi se continuare con le restanti (qui trovate l’elenco delle nove parti in cui è stato diviso il documentario).

Buona visione.


Vi lascio con una frase pronunciata da una delle donne che ha perso suo figlio per un cancro e l’ha visto morire trattato come una cavia da laboratorio negli ospedali americani:

Non lo sanno gli americani che ogni vita è preziosa?

È gente colta. Credono veramente che la vita di una persona non sia importante?

Che cosa passa nella testa di questa gente?

Pensano di essere dei furbi ma sono proprio dei pazzi. Sono bravi sì ma a fare stupidaggini.

Annunci